Normativa dell'Unione Europea

L’ordinamento del settore assicurativo si fonda primariamente sulla disciplina europea.

Gli strumenti impiegati dall’Unione Europea presentano caratteristiche diverse a seconda della loro natura vincolante e non vincolante e delle loro modalità di applicazione negli Stati Membri: Regolamenti, Direttive, Decisioni, Raccomandazioni e Pareri (ai sensi dell’articolo 288 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea).

I Regolamenti hanno portata generale, sono obbligatori in tutti i loro elementi e direttamente applicabili negli Stati membri, senza necessità di atti di recepimento; sono pertanto lo strumento per realizzare l’armonizzazione piena, per ridurre gli spazi di discrezionalità nazionale e per evitare che differenze normative fra gli Stati membri possano determinare disparità concorrenziali tra gli operatori economici.

Le Direttive sono rivolte agli Stati membri e li vincolano a raggiungere gli obiettivi in esse stabiliti, lasciando agli organi nazionali la scelta della forma e dei i mezzi da utilizzare in concreto per il recepimento.

Nell’ordinamento assicurativo assumono, inoltre, crescente rilievo le norme tecniche di regolamentazione o di attuazione (RTS e ITS), elaborate dall’EIOPA (European Insurance and Occupational Pensions Authority) e adottate dalla Commissione europea con regolamento. Esse mirano ad armonizzare i profili più complessi e specifici del sistema regolamentare del mercato al fine di renderlo completo, omogeneo e unitario.

Le Linee guida emanate dall'EIOPA, come misure di terzo livello, sono invece volte a supportare la convergenza dell’applicazione delle disposizioni delle Direttive.