Contributo di vigilanza

Il contributo di vigilanza è dovuto dagli intermediari (persone fisiche e giuridiche) iscritti nelle sezioni A, B, C, D ed F del RUI.

In base al Codice delle Assicurazioni Private, il contributo di vigilanza è determinato entro il 30 maggio di ogni anno con decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze, adottato sentito l'IVASS. Il decreto è pubblicato entro il successivo 30 giugno nella Gazzetta Ufficiale e nel Bollettino dell'IVASS.

Con l’adesione dell’Istituto al sistema PagoPA, attraverso il portale accessibile all’indirizzo https://web1.unimaticaspa.it/unipay/startPayment.jsp?tenant=ivass è possibile:

  • scaricare l’avviso di pagamento PagoPA (contenente il codice IUV - Identificativo Univoco di Versamento, l’anagrafica, la causale e l’importo da pagare) per l’annualità contributiva corrente;
  • verificare lo stato della propria posizione contributiva;
  • ottenere l’avviso di pagamento per versare i contributi arretrati ancora dovuti.

L’accesso al portale avviene digitando con carattere minuscolo una username (il proprio codice fiscale) e una password. Al primo accesso la password è sempre il codice fiscale. Il sistema poi vi consentirà di creare una password personale.

L’avviso di pagamento PagoPA può essere pagato presso tutti i Prestatori di Servizio di Pagamento (PSP) abilitati al servizio di PagoPA con le modalità specifiche degli avvisi PagoPA riportate nello stesso (in banca, in Ricevitoria, dal Tabaccaio, al bancomat).

L’elenco aggiornato dei PSP abilitati è disponibile sul sito internet di PagoPA S.p.A. all’indirizzo: https://www.pagopa.gov.it/it/prestatori-servizi-di-pagamento/elenco-PSP-attivi/

CONTATTI

Informazioni sulle modalità di pagamento e in caso di difficoltà di accesso al portale possono essere richiesti scrivendo una email a unipay-tr@unimaticaspa.it oppure chiamando il numero verde 800.669685 dal Lunedì al Venerdì dalle ore 09:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle ore 17:00.

Si ricorda, infine, che è disponibile in IVASS il Contact Center degli intermediari al n. 06 40414680 (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 14.30).

Ogni comunicazione relativa al RUI (ad es. richiesta di cancellazione dal RUI per cessazione dell’attività o pensionamento, modifica dei dati relativi alla residenza, domicilio, sede legale) deve essere inviata all’Istituto tramite PEC all’indirizzo: istanze.rui@pec.ivass.it utilizzando il modello elettronico pdf con le modalità indicate nel Provvedimento IVASS n. 58 del 14 marzo 2017.

Regime contributivo dell'anno in corso

  1. Decreto MEF dell'11/08/2020 pdf 138.3 KB Misura e modalità di versamento all'IVASS del contributo dovuto, per l'anno 2020, dagli intermediari di assicurazione e riassicurazione e del contributo a carico di coloro che intendono svolgere la prova di idoneità per la sessione d'esame 2020
  2. Provvedimento n. 98 del 07/09/2020 pdf 279.0 KB