Compiti

Le funzioni dell’IVASS sono dirette a garantire l’adeguata protezione degli assicurati e degli aventi diritto alle prestazioni assicurative attraverso il perseguimento della sana e prudente gestione delle imprese di assicurazione e riassicurazione e della loro trasparenza e correttezza nei confronti della clientela (condotta di mercato). L’Istituto persegue altresì la stabilità del sistema e dei mercati finanziari.

L’IVASS esercita le funzioni di vigilanza nei confronti delle imprese di assicurazione e riassicurazione, dei gruppi assicurativi, dei conglomerati finanziari nei quali sono incluse le imprese, dei soggetti che svolgono funzioni parzialmente comprese nel ciclo operativo delle imprese nonché degli intermediari assicurativi e riassicurativi.

Al fine di garantire gli obiettivi istituzionali l’IVASS esercita una supervisione sui soggetti vigilati (cosiddetta vigilanza microprudenziale) effettuando controlli patrimoniali, finanziari e tecnici, sulla corporate governance e sugli assetti proprietari e svolge funzioni di vigilanza sulla stabilità del sistema (cosiddetta vigilanza macroprudenziale).

L’Istituto autorizza le imprese all’esercizio dell’attività assicurativa e riassicurativa, svolge accertamenti ispettivi presso i gruppi e le imprese del mercato assicurativo e riassicurativo e presso gli altri soggetti vigilati, anche in collaborazione con la Banca d’Italia, con altre Autorità pubbliche o con altre Autorità di vigilanza assicurativa dell'Unione europea.

L’Istituto vigila sull’operato degli intermediari assicurativi e riassicurativi. Verifica la conformità dei loro comportamenti alla normativa di settore, con particolare riguardo al rispetto degli obblighi di separazione patrimoniale e d’informativa, alla correttezza e alla trasparenza nelle relazioni con il cliente.

L’IVASS cura la tenuta del Registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi (RUI) e, nell’ottica di protezione del consumatore, promuove la diffusione di buone prassi tra gli operatori.

Per l’esercizio delle funzioni di vigilanza sulla gestione tecnica, finanziaria e patrimoniale delle imprese e sulla trasparenza e sulla correttezza dei comportamenti degli operatori, l’IVASS adotta regolamenti per l’attuazione del Codice delle assicurazioni e delle disposizioni direttamente applicabili dell’Unione europea nonché regolamenti per l’attuazione delle raccomandazioni, linee guida e altre disposizioni emanate dall’Autorità di vigilanza europea (EIOPA).

Accerta le condotte illecite da parte dei soggetti vigilati e applica sanzioni amministrative-pecuniarie e disciplinari.

L’IVASS vigila sulla correttezza dei comportamenti delle imprese nei confronti del consumatore e sulla trasparenza dei prodotti assicurativi. Stabilisce le regole di comportamento che le imprese e gli intermediari sono tenuti a osservare nell’offerta e nell’esecuzione dei contratti e ne verifica il puntuale adempimento.
Fornisce ai consumatori assistenza telefonica in materia assicurativa mediante il Contact Center. I reclami scritti e le segnalazioni al Contact Center rappresentano strumenti essenziali per analizzare le cause che sono alla base dei motivi d’insoddisfazione dei consumatori e per intervenire, in presenza di problematiche ricorrenti o di particolare rilievo, con azioni mirate di vigilanza.
Cura le relazioni con le Associazioni dei consumatori.

L’Istituto contribuisce alla lotta alle frodi nel settore r.c. auto, effettuando analisi e valutazioni delle informazioni desunte dalla gestione della banca dati sinistri, interloquendo con le imprese in merito alle segnalazioni emerse, collaborando con le forze di polizia e l’Autorità giudiziaria. Gestisce inoltre l’AIA (Archivio informatico Integrato Antifrode), strumento funzionale alla prevenzione e al contrasto delle frodi assicurative.

Per la difesa in giudizio l’IVASS si avvale, per Statuto e nel rispetto della legge professionale, dell’avvocatura interna (Ufficio Consulenza Legale UCL) che cura altresì le attività di consulenza assistendo gli Organi istituzionali e le strutture dell’Istituto.

L’IVASS è parte del SEVIF (Sistema europeo di vigilanza finanziaria) nell’ambito del quale collabora alla convergenza delle prassi di vigilanza. A tal fine coopera con l’EIOPA (The European Insurance and Occupational Pensions Authority), il Comitato congiunto delle tre Autorità di vigilanza europee, l’ESRB (European Systemic Risk Board) e le Autorità di vigilanza degli altri Stati membri.
L’Istituto partecipa anche alla IAIS (International Association of insurance Supervisors) e contribuisce alla predisposizione della normativa europea presso il Consiglio o la Commissione.

Sviluppa la conoscenza del mercato assicurativo attraverso studi e indagini di natura statistica ed economica.

Le entrate dell'IVASS sono costituite dai contributi a carico dei soggetti vigilati, il cui ammontare è definito annualmente con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze adottato, su proposta dell'IVASS, in modo da assicurare la copertura finanziaria degli oneri di funzionamento dell’Istituto.

In sede di predisposizione dei bilanci l’IVASS, sul piano amministrativo-finanziario tiene conto delle norme esterne di riduzione delle uscite oltre che di autonome politiche di contenimento della spesa.

I bilanci dell’Istituto sono sottoposti al controllo della Corte dei Conti; la contabilità viene verificata anche da revisori esterni così come stabilito dall'art. 14 dello Statuto dell'IVASS.