Massimo Francescangeli

Nato a Terni il 23 maggio 1962, si laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma nel 1986. Nel 1990 consegue l’abilitazione all’esercizio della professione di avvocato presso la Corte di Appello di Perugia.

Entra in ISVAP nel 1989 presso la Sezione Reclami, dove ha continuato a svolgere la propria attività, assumendo progressivamente un ruolo attivo nell’attività di approfondimento delle tematiche assicurative più complesse connesse con la trattazione dei reclami e la tutela del consumatore e dei relativi profili sanzionatori. Ha acquisito, in particolare, una approfondita conoscenza delle problematiche dell’assicurazione obbligatoria r.c. auto, occupandosi dell’attività regolatoria di competenza dell’Istituto in materia, in attuazione del Codice delle Assicurazioni, partecipando attivamente a tutti i lavori preparatori finalizzati alle numerose novità legislative introdotte, nel corso degli anni, in materia di assicurazione r.c. auto (tra gli altri: sistema del risarcimento diretto; realizzazione del sistema di preventivazione gratuita “Tuopreventivatore”).
A partire dai primi anni ’90, si è dedicato allo studio e all’approfondimento delle tematiche del danno biologico e del danno alla persona in ambito di assicurazione r.c. auto, partecipando, in rappresentanza dell’Istituto, delle due Commissioni interministeriali, presso il Ministero della Salute, incaricate di predisporre le tabelle di legge per la valutazione e quantificazione del danno biologico. E’ stato membro del Tavolo tecnico istituito presso l’ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione) per la predisposizione di linee guida/bandi tipo in materia di contratti assicurativi con la Pubblica Amministrazione.

Dal 2013 è stato coordinatore della Divisione Gestione Reclami nell’ambito del Servizio Tutela del Consumatore. Nel 2015 ha assunto il ruolo di Capo della Divisione, occupandosi dell’attività di gestione dei reclami, dell’esame della reportistica trimestrale delle imprese sulla gestione dei reclami, della connessa attività di accertamento di fattispecie sanzionatorie e della individuazione di proposte di intervento sui singoli operatori e/o sul mercato finalizzati ad assicurare la correttezza e trasparenza dei comportamenti verso i consumatori.

Nel 2017 è stato assegnato al Servizio Normativa e Politiche di Vigilanza, dove si è occupato in particolare del nuovo sistema di risoluzione stragiudiziale delle controversie in materia assicurativa (Arbitro assicurativo).

Dal 1 gennaio 2020 ha assunto nuovamente il ruolo di Capo della Divisione Gestione Reclami nell’ambito del Servizio Tutela del Consumatore.

Autore di varie pubblicazioni e relatore a convegni e seminari sulle tematiche dell’assicurazione r.c. auto, con particolare riferimento al danno alla persona ed alla tutela del consumatore.