Albi

In questa sezione sono contenuti l'Albo delle imprese abilitate all'esercizio dell'attività assicurativa e riassicurativa sul territorio della Repubblica Italiana e l'Albo delle società capogruppo. La tenuta di questi Albi è effettuata con la nuova procedura informatica “Registro Imprese e Gruppi Assicurativi” (RIGA).

L’Albo delle imprese – anche denominato “Registro delle imprese assicurative” - riporta le informazioni essenziali per l’identificazione delle imprese iscritte, incluse quelle relative agli estremi dell'autorizzazione per l’esercizio dell’attività assicurativa e riassicurativa. E’ strutturato in apposite Sezioni in funzione della tipologia dell’attività svolta dalle stesse. Le informazioni sono organizzate in modo da consentire ricerche per mezzo di diverse chiavi.

In apposite Appendici all’Albo vi sono gli elenchi delle imprese di assicurazione e riassicurazione con sede legale in un altro Stato membro della UE ammesse ad operare in Italia in regime di stabilimento e in libertà di prestazione di servizi. Tali imprese sono soggette al controllo di solvibilità da parte dell'Autorità di Vigilanza dello Stato di origine.

Il Regolamento ISVAP n. 10/2008 disciplina le modalità di tenuta dell'Albo, di aggiornamento e di pubblicità. Gli elenchi delle imprese UE vengono aggiornati dall'IVASS solo sulla base delle comunicazioni trasmesse dalle Autorità di Vigilanza dello Stato di origine.

L'esercizio di attività assicurativa o riassicurativa in mancanza delle autorizzazioni/iscrizioni ai pertinenti Albi previsti dalla legge è sanzionato penalmente.

L’Albo delle società capogruppo – anche denominato “Registro dei gruppi assicurativi” - riporta le indicazioni relative al Gruppo.

Sono iscritte nell’Albo la società capogruppo e le relative società controllate:

  • imprese di assicurazione e riassicurazione
  • società strumentali
  • società di partecipazione assicurativa e le società di partecipazione finanziaria mista

Il Regolamento IVASS n. 22/2016 disciplina gli adempimenti connessi alla tenuta ed all'aggiornamento dell'Albo.

La Lettera al mercato del 19 febbraio 2020 ha avviato la “fase di parallelo operativo” della nuova procedura informatica RIGA per la gestione dei dati anagrafici, innovando le modalità operative per la raccolta delle informazioni dai soggetti vigilati, in coerenza con le indicazioni contenute nelle norme vigenti.