Ufficio Revisione interna

Effettua interventi di revisione su unità organizzative, processi di lavoro, procedure e infrastrutture informatiche dell’Istituto, in relazione, di norma, ai profili di efficacia, efficienza e sicurezza, compreso il governo dei rischi e delle risorse, nonché di conformità alla normativa e alle procedure stabilite.
Valuta l’adeguatezza dei sistemi di controllo interno e di gestione dei rischi e ne promuove il miglioramento continuo.

Può formulare proposte di miglioramento dei processi lavorativi, assicurando, quando richiesto, collaborazione su specifiche tematiche o progetti; svolge accertamenti particolari, quali inchieste amministrative, in relazione a specifici accadimenti.

Gli incaricati degli interventi hanno diritto di accedere, senza limitazioni, a tutti i dati, i documenti e le informazioni che ritengono pertinenti allo svolgimento dell’incarico.

Le unità organizzative segnalano tempestivamente all’Ufficio ogni anomalia avente riflessi, anche solo potenziali, sulla regolarità e funzionalità delle attività dell’Istituto; forniscono dati, documenti e informazioni utili ai fini dell’attività di revisione, anche per lo svolgimento di analisi e interventi cartolari; comunicano le iniziative poste in essere per il superamento delle criticità rilevate in occasione degli interventi revisionali.

Le verifiche, condotte in aderenza alle specifiche metodologie adottate dall’Ufficio e portate a conoscenza del Consiglio, sono improntate a criteri di efficienza, chiarezza, esaustività e trasparenza della comunicazione.

L’Ufficio esercita la propria attività, prescindendo da qualsiasi ordine gerarchico, in conformità alle norme speciali approvate dal Consiglio, al quale riporta direttamente.

Capo Ufficio: Marina Mieli
(nominata con delibera n. 118/2014 del 9 dicembre 2014)

Numero addetti: 6